“Se chiude la terapia intensiva lascio il Covid Hospital”. E’ corsa contro il tempo a Boscotrecase. Dopo l’allarme lanciato all’inizio della settimana al Sant’Anna Madonna della Neve, la situazione non è assolutamente cambiata.

Al momento ci sono 105 persone ricoverate e entro fine mese dovrebbero essere attivati altri 30 posti. Ma la crescita del nosocomio di Boscotrecase è a rischio a causa della mancanza di anestesisti.

E' il direttore sanitario Savio Marziani a lanciare l'ennesimo appello. “Ho disposto un provvedimento di mobilità agli operatori notturni –ha affermato- Non c’è ragione che lavorino in un presidio senza pronto soccorso. Al Maresca di Torre del Greco rimane comunque un’ambulanza con un anestesista a bordo. Bisogna tenere aperta la terapia intensiva in uno degli ospedali più grandi dell’Asl Na 3 e probabilmente della regione Campania. Se la mia decisione, avvallata dalla direzione strategica, non dovesse avvenire per cause di vario genere lascerò la direzione sanitaria”.

“Se si dovesse arrivare alla chiusura del reparto sarebbe la fine –ha infine aggiunto- Rimarrebbero solo i posti di medicina generale e anche quelli sarebbero a rischio perché non sarebbero disponibili le sub intensive”.