"C'è stato sulla dad un ricorso al tar e ci fu una condanna nei miei confronti. Ieri il Consiglio di Stato ha stablito che con le ordinanze fatte non è stato compromesso il diritto allo studio, ma si è attuata una modalità alternativa che si conciliava con l'equilibrio mondiale a salvaguardia della salute della Regione". Lo ha annunciato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso della conferenza stampa sul rinnovo di Scuola Viva.

"Con le nostre ordinanze - ha detto De Luca - ci siamo assunti la responsabilità, perché su certe situazioni o facciamo le cose comode o facciamo cose che ci pare giusto fare. Poi si può ragionare su opinioni diverse, ma muoviamoci su quello che riteniamo giusto per evitare che la società vada a rotoli. Questa sentenza è una buona notizia, mi avevano chiesto anche un risarcimento".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"