Sono 14, di cui otto nelle ultime 48 ore e sei risalenti ai giorni precedenti, le nuove vittime del Covid in Campania. La conferma è stata data dopo l’ultimo bollettino dell'Unità di crisi. Tra i dati, spicca il balzo dei ricoveri: i posti letto occupati in terapia intensiva sono 36 (+7), quelli in degenza salgono a 516 (+23). I nuovi casi sono 22.291 su 30.187 test esaminati: il tasso di incidenza è del 7,58%, in calo rispetto al giorno precedente (8,53) quando i tamponi erano stati solo 18mila.

Sul fronte nazionale, la situazione resta delicata. Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, nel corso di un’intervista a Sky tg24 ha spiegato, riprendendo il discorso legato anche alla scuola, che “dal 10 gennaio si torna in presenza. E' verosimile che nei prossimi giorni si arrivi in generale a 100 mila contagi al giorno ma se non tutti vanno in ospedale, per la scuola non vedo un grande problema".

E nel frattempo, si sta valutando la possibilità di ridurre i tempi di quarantena per chi ha già ricevuto la terza dose. L’ipotesi in fase di studio riguarda una persona che abbia ricevuto la terza dose venga a contatto con un positivo. Dovrà restare in isolamento per alcuni giorni, la durata è in corso di valutazione. Attualmente la quarantena per un vaccinato venuto in contatto con un positivo è di 7 giorni. Le decisioni, anche del Cts, potrebbero arrivare quando si avranno dati più conclusivi sulla variante Omicron. Intanto è allo studio anche il periodo di quarantena per chi ha completato il ciclo vaccinale con 2 dosi.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

la chiusura

il fronte contagi