“Nell’area vesuviana c’è un notevole incremento di casi covid che necessitano di assistenza respiratoria”. L’allarme è dell’Asl Napoli 3 Sud che ha deciso di allestire 30 nuovi posti letto per l’assistenza ventilatoria al Covid Hospital di Boscotrecase.

“La decisione - informa la direzione strategica dell'Asl - scaturisce anche dalla situazione venutasi a creare presso i pronto soccorso aziendali, in particolare quello di Castellammare di Stabia, nei quali negli ultimi giorni si è verificato un notevole afflusso di ambulanze con a bordo pazienti in attesa di assistenza”.

Sul fronte della necessità di personale qualificato (specialisti di area medica internistica) da dedicare alla nuova dotazione di posti letto a Boscotrecase, “dopo aver esperito tutti i tentativi possibili, avvisi pubblici, concorsi e finanche contratti con partite iva, tutti andati deserti”, la direzione Asl ha deciso “di rimodulare l'offerta utilizzando temporaneamente al covid hospital alcune unità in servizio a Castellammare e a Torre del Greco”.

Nel caso del Maresca l'area di pronto soccorso è stata liberata. “I dieci pazienti ospitati sono stati riallocati al piano superiore, che passa da 16 a 26 posti letto, lasciando così inalterata la capacità complessiva. Nel pronto soccorso, al termine dei lavori in atto, saranno disponibili ulteriori sei posti letto di terapia subintensiva”.

La direzione della Napoli 3 Sud spiega che “si tratta di scelte a carattere temporaneo e dovute all'emergenza. Alla fine della quale si prevede la riapertura del pronto soccorso di Torre del Greco”.

La decisione