“Basta strumentalizzazioni e personalismi, la quarta ondata è sempre più vicina e il territorio vesuviano deve essere tutelato. Lasciateci lavorare”. E’ l’appello di Savio Marziani, direttore sanitario del covid hospital di Boscotrecase che recentemente ha annunciato le sue dimissioni. Una scelta che ha innescato una valanga di polemiche da un lato, la grande solidarietà dei colleghi e del personale dell’ospedale dall’altra.

Ora però, senza una guida, il presidio dell’area vesuviana potrebbe entrare nel caos. La Regione Campania è stata informata e per questo il governatore Vincenzo De Luca ha inviato una lettera, con l’obiettivo di potenziare i posti letto degenza dedicati alla cura del covid.

“Alla luce delle analisi effettuate – si legge nella lettera -, analizzato l'andamento epidemiologico della fase pandemica, si ritiene necessario allertare i direttori generali sulla necessità di potenziare il numero di posti letto dedicati alla degenza per pazienti covid. Fatte salve le attività ordinarie programmate, e al fine di prevenire ogni prossima evoluzione di occupazione dei posti letto, si invitano a rendere disponibili, in tempi brevi, ulteriori 30 posti letto degenza per ogni azienda sanitaria”.

Inoltre, secondo Marziani, è “indispensabile una guida per la riattivazione dei reparti del Covid Hospital di Boscotrecase. Stanno arrivando ammalati dall’intera regione ma i posti letto attualmente disponibili sono saturi”. A restare liberi sono solo 10 unità in terapia subintensiva e 4 in rianimazione. “Se la situazione dovesse ulteriormente peggiorare – ha concluso Marziani – si rischia il dramma”.

la solidarietà

l'allarme

Il caso