Da una settimana nessun dato sui pazienti colpiti dal covid a Boscoreale, Castellammare invece raggiunge 2400 cittadini colpiti dal virus dall’inizio della pandemia. Questo il bollettino dei paesi vesuviani, aggiornato alla mezzanotte del 5 dicembre.

Iniziamo da Torre del Greco che ha contato 55 nuovi casi di contagio, dei quali 2 in ospedale e gli altri in isolamento domiciliare. Proprio tra i pazienti in quarantena a casa è stato registrato l’aggravamento delle sue condizioni e il suo trasferimento in ospedale. Viceversa, per due pazienti ospedalizzati è stato avviato il trasferimento a casa. Il bilancio parla di 26 persone ricoverate e 698 in quarantena domiciliare, 1348 guariti e 45 morti.

A Torre Annunziata l’ultimo bollettino parlava di 31 contagi e 41 guariti, a fronte di 338 pazienti attualmente positivi (324 in quarantena e 14 ricoverati in ospedale), 737 guariti e 21 morti. Nella vicina Trecase l’aggiornamento di ieri riferiva di 43 cittadini attualmente positivi, dei quali 2 ospedalizzati.

Nessuna notizia da Boscoreale, i cui aggiornamenti sono fermi al 29 novembre, destando alcune polemiche in città. L’ultimo report infatti parlava di 8 nuovi contagi su 76 tamponi, glissando sul numero di guariti, morti e attualmente positivi. Dal comune bocche cucite, specificando solo che “finalmente sono arrivati i dati allineati tra Asl e Protezione Civile che devono essere singolarmente esaminati. All'esito, entro qualche giorno, renderemo noto il quadro complessivo". A Boscotrecase i dati parlano di 1 nuovo positivo e 2 guariti, con i dati complessivi che riferiscono di 66 cittadini attualmente positivi e 174 guariti.

A Pompei sono stati accertati 10 nuovi casi e 24 guariti. I dati totali si attestano su 199 positivi attuali, 783 da inizio pandemia, 568 guariti e 16 morti.

Infine, a Castellammare di Stabia, sono stati 44 i cittadini colpiti dal virus nelle ultime 24 ore. Tra i contagi sia ragazzi di 10 e 16 anni che anziani, tra i quali 3 donne di 89, 92 e 99 anni. LA percentuale contagi/tamponi si è alzata leggermente, attestandosi al 15,2 per cento. Ci sono però anche 31 guariti, tra i quali anche 3 giovani di 14 16 e 17 anni. Il bilancio totale parla quindi di 2400 contagi totali, 894 guariti e 19 morti.