“E’ terribile, non possiamo resistere così”.

E’ il grido disperato degli operatori del 118 che fotografano la situazione nella quale si trovano gli ospedali del vesuviano. Strutture al collasso, ambulanze da tutto il vesuviano in attesa dinanzi al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo.

A Castellammare di Stabia la situazione peggiora di ora in ora. I lampeggianti delle ambulanze accesi, serve la luce per assistere i pazienti curati sulle ambulanze di notte. Non si contano più. Sono almeno sedici sparsi nel parcheggio e vengono da Portici, da Torre del Greco, da Torre Annunziata, da Pompei.

Medici e infermieri sono in servizio, senza tregua, fuori e dentro il pronto soccorso del San Leonardo. Ma in una delle notti più drammatiche per l'ospedale di Castellammare c'è anche un record di morti. Piena da questa notte la sala mortuaria. Sono quattro o cinque i decessi al giorno. Ma in mattinata si contano sei persone vittime del Covid e non c'è più posto per chi arriva in un sacco di plastica dal pronto soccorso o dagli altri reparti trasformati per l'emergenza.

la situazione

L'allarme