"Le attività dei lavoratori nei punti vaccinali hanno avuto un riconoscimento sociale importante e fornito un'adeguata risposta sanitaria, nonché un'eccellente barriera all'avanzare della pandemia. Pare che questo dato sia insignificante per la nostra azienda".

È la motivazione alla base della protesta organizzata questa mattina all'esterno della sede dell'Asl Napoli 3 Sud di Torre del Greco dalle organizzazioni sindacali Cgil-funzione pubblica, Cisl Fp, Uilfpl, Fials, Federazione Sindacati Indipendenti e Nursing Up.

Un centinaio i manifestanti che si sono radunati presso la struttura di via Marconi, mostrando una lettera inviata al direttore generale della Napoli 3 Sud, a quelli sanitario e amministrativo e ai direttori dei distretti e dei punti vaccinali dove era scritto: ''Basta negare ancora i diritti dei lavoratori'' firmata dal personale sanitario allocato nei punti vaccinali.

I sindacati chiedono ''di pagare al personale dei punti vaccinali gi istituti contrattuali'' evidenziando come ''il personale infermieristico e Oss opera sette giorni su sette, con turnazioni di 12 ore” e come sia da tenere in conto l'indennità del turno festivo.

''Non è possibile assistere ai rimbalzo di responsabilità, senza che i problemi vengano risolti'' prosegue la missiva. Le organizzazioni sindacali ''che già con precedenti note avevano informato i livelli aziendali, metteranno a disposizione i loro uffici legali per le vertenze degli interessati e comunicheranno alla Corte dei Conti tutti gli addebiti che ne conseguiranno e che produrranno un sicuro danno erariale''.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"