"Le mascherine al chiuso le terrei ancora ovunque perché servono a proteggere i fragili", lo stesso per il Green Pass, che incentiva anche la vaccinazione. Inoltre, a ottobre "un richiamo con i vaccini aggiornati servirà per tutti". Lo dice in un'intervista a La Stampa Walter Ricciardi, consulente del ministro Speranza e docente di Igiene Pubblica in Cattolica.

"Questa è una fase da tenere attentamente sotto controllo. Sarebbe sbagliato pensare che sia tutto finito - spiega - Mentre vedo che la campagna si è arenata e che c'è un calo di attenzione, che fa togliere le mascherine al chiuso e frequentare locali affollati. E l'indicatore finale di questo clima di rilassatezza è il numero dei morti, ancora tanti". "Sappiamo che quando di virus ne circola molto, come ora, questo replicando muta. Anche creando chimere che fondono parti della più letale Delta con quelle della più contagiosa Omicron - aggiunge - È presto per dire se sia più contagiosa e al contempo clinicamente più severa. Ma anche se così non fosse, la convivenza non va confusa con il lasciare campo libero al virus. Perché anche così com' è rappresenta una minaccia per i fragili e per via del long Covid".

Ricciardi commenta anche lo studio inglese che "mette in collegamento il lockdown con le epatiti pediatriche di origine ignota: "Non c'è alcuna evidenza scientifica a suo supporto - sottolinea - E poi le popolazioni europee, dove queste epatiti si stanno diffondendo, non hanno vissuto per anni sotto una campana di vetro da poter fare immaginare un indebolimento del loro sistema immunitario".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"