Sono 1.327, in Campania, nelle ultime 24 ore, i casi positivi al Covid su 32.380 test esaminati. Continua a salire l'indice di contagio che ieri era pari al 3,89% ed oggi è 4,09%. Un decesso nelle ultime 48 ore e un altro deceduto in precedenza ma registrato ieri. Negli ospedali sale a 25 il numero dei posti letto occupati nelle terapie intensive (+3 rispetto a ieri), mentre calano a 308 i ricoveri in degenza (-4 rispetto a ieri).

Sono dati allarmanti quelli della Campania che accendono i riflettori nuovamente sulla necessità di vaccinare anche i bambini: “Sono 400mila i bambini della fascia 5-11 anni che in Campania dovrebbero sottoporsi alla campagna di vaccinazione anti Covid – ha spiegato il governatore Vincenzo De Luca, nel corso del punto settimanale su facebook -. Una campagna da avviare con grande serenità e tranquillità. Domani avremo una riunione con i direttori generali, presidi, medici di medicina generale, oggi con pediatri. Cercheremo di mettere i piedi la più attenta campagna, la più efficace e la più rasserenante per le famiglie e i bimbi. Più che a degli spazi dedicati negli hub, penso a giornate nelle scuole, da far vivere come un gioco, anche con richiami alle favole".

Una stoccata, l’ennesima, ai no vax: “Non bisogna perdere più tempo con loro. Vadano al diavolo, punto e basta. Ma, su tutto, De Luca, si rivolge ai genitori. "Parlo padre e da nonno, so che non è tema da affrontare in maniera approssimativa o anche con forzature - dice – serve dialogo, ragionamento, prudenza, tanto più che abbiamo avuto nei mesi alle spalle una diffusione di tante di quelle notizie campate in aria abbiamo che si è determinata la la costruzione di un clima pesante e confuso che obbiettivamente crea oggi difficolta per la vaccinazione per i più piccoli".

Ma c’è dell’altro ed è relativo all’uso e ai controlli sulle mascherine: “Deve esserci più rigore nell'uso della mascherina, non vorrei che dall'essere stati i primi per prudenza diventiamo gli ultimi perché continuo a rilevare troppa rilassatezza e pochi controlli sui lungomari delle nostre città, all'uscita delle scuole. Vedo i due terzi dei ragazzi che escono dalle scuole che non hanno la mascherina, non è possibile. Faccio appello alle forze dell'ordine, alle polizie municipali perché si organizzino controlli anche a campione per attività di dissuasione".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

i dati dell'ISS

i numeri