Scuole chiuse fino al 14 marzo. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha formato l’ordinanza con cui ha prorogato la sospensione dell’attività didattica in presenza fino a metà del mese prossimo.

Tutti a casa per almeno 15 giorni. Lo aveva annunciato ieri e ha firmato oggi. Si continua con le lezioni a distanza per tutti dai più piccoli agli studenti dell'Università. Annunciati già i ricorsi al Tar dei genitori "no Dad". Lo stop potrebbe essere per tutto il mese di marzo, fino a quando non sarà terminata la campagna di vaccinazioni. "La variante inglese è più contagiosa tra i ragazzi e i bambini" aveva detto ieri il presidente della Regione.

Nell'ordinanza, oltre alla chiusura di scuole e università, si raccomanda alla popolazione anche di “evitare tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile". Si ribadisce anche "l'obbligo di rispetto delle misure raccomandate dalle autorità sanitarie, compresi i provvedimenti di quarantena dei contatti stretti dei casi accertati e di isolamento dei casi stessi" e si invitano "gli enti competenti a rafforzare il controllo del rispetto delle disposizioni del Dpcm”.

Poco dopo la pubblicazione dell'ordinanza, l'Eav ha comunicato lo stop alle corse su gomma aggiuntive: "Dal primo marzo tutte le corse aggiuntive automobilistiche per accompagnamento studenti saranno sospese, fino a nuovo avviso'', ha fatto sapere l'azienda. 

La diretta social