Troppi disertori del vaccino anticovid. Il governatore della Campania Vincenzo De Luca se la prende con chi non si immunizza contro il virus che toglie il respiro. In troppi infatti, disertano l'appuntamento con il vaccino. Si presentano ai centri il 50%, tra adulti e studenti, rispettano ai numeri previsti in Campania. È preoccupato il governatore De Luca di come sta andando la campagna vaccini nell'ultima settimana.

"In Campania abbiamo somministrato 4 milioni di prime dosi e 3,5 milioni di seconda dose – ha detto nel corso della sua diretta settimanale su facebook -. Per stare tranquilli dobbiamo arrivare a 5 milioni con due dosi ma nell'ultima settimana abbiamo avuto un rallentamento significativo. Ipotizzavamo - ha spiegato - in questa fase di somministrare 40 mila dosi al giorno per arrivare a un milione in un mese, ma nell'ultima settimana arriviamo a 20 mila al giorno. Per l'obiettivo dei 5 milioni i tempi si allungano così di due mesi. Ripeto l'appello alla vaccinazione per prima dose e richiamo, dobbiamo muoverci, la variante delta complica i problemi e se perdiamo tempo faremo conti con altre varianti. Nonostante questo c'è una tenuta buona in Campania al momento, senza incrementi significativi e con il 2,6-2,8 di tasso di occupazione delle terapie intensive".

Nel frattempo, il bollettino indica dati in leggero calo in Campania sul fronte Covid. Si registrano 359 positivi su un totale di 15.958 tamponi esaminati: il tasso è del 2,24% rispetto al 2,40% di ieri. In terapia intensiva ci sono 21 persone (dato inalterato) e 346 quelle in reparti di degenza ordinaria rispetto alle precedenti 351. I morti sono 7 nelle ultime 48 ore.