Chiusura immediata del Cimitero, divieto di aggregazione all'aria aperta e al chiuso, sospensione di tutte le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado e sospensione delle attività in tutti i circoli ludici e ricreativi.

Sono alcuni dei provvedimenti contenuti in un'ordinanza a firma di Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana, dove in 24 ore si è registrato un aumento di 90 contagiati al Covid, portando il numero di positivi attivi a 310.

L'ordinanza è stata decisa dopo un lungo confronto con le forze politiche cittadine, alle quali Di Sarno ha spiegato di aver già scritto al Prefetto, all'unità di crisi ed al presidente della Regione Campania ai quali ha chiesto di istituire a Somma Vesuviana il presidio fisso dell'Unità Speciale di Continuità Assistenziale e aumentare le Forze dell'Ordine sul territorio.

"Ho firmato l'ordinanza che prevede il divieto di ogni forma di aggregazione e o riunioni, al chiuso e all'aperto, anche connesse ad eventi celebrativi, che si svolgano non in forma statica – ha spiegato il primo cittadino -. Le stesse saranno limitate a familiari stretti. Ho disposto inoltre la chiusura immediata, e fino a data da destinarsi, del cimitero, salvo apertura per operazioni indifferibili, e la sospensione di tutte le attività didattiche in presenza per le scuole di ogni ordine e grado fino a data da destinarsi. Sospensione del mercato settimanale e chiusura e divieto assoluto di accesso a parchi e giardini pubblici. Inoltre sospensione delle attività di circoli ludici e ricreativi. Tali provvedimenti sono frutto di un confronto maturato con tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione, che ringrazio".

Il sindaco ha invitato le persone a restare a casa, annunciando "tolleranza zero nei confronti di tutti cittadini che non rispetteranno le norme di sicurezza sanitaria".