Boom di contagi tra non vaccinati, a Gragnano torna la paura del covid.

Dopo un periodo di calma apparente, torna a farsi sentire il sindaco Paolo Cimmino. L’emergenza coronavirus ha fatto di nuovo capolino. Sono 16 i cittadini attualmente positivi al virus, quasi tutti non coperti dal vaccino. Solo due infatti, dei positivi finora accertati, può godere del vaccino che annulla radicalmente l’aggressività del virus che toglie il respiro.

“Questo delicato momento che stiamo attraversando impone un’assunzione di responsabilità da parte di tutti noi”, ha spiegato il primo cittadino attraverso i social network. Per i nuclei familiari dei nuovi positivi è già stata attivata la raccolta "dedicata" dei rifiuti in sostituzione a quella differenziata ordinaria che va immediatamente interrotta al momento dell'accertata positività.

“Bisogna inoltra mantenere alta la soglia di attenzione in quanto la nuova variante Delta pare abbia maggiore contagiosità – ha ricordato Cimmino -. L'uso della mascherina, il distanziamento e il rispetto delle norme igieniche sono comportamenti da adottare senza se e senza ma, senza tralasciare le ulteriori prescrizioni, come quelle sul Green Pass, che hanno la funzione di consentire lo svolgimento delle attività commerciali in condizioni di maggiore sicurezza”.

Di qui, l’appello del sindaco: “Vaccinatevi il prima possibile. I ragazzi dai 12 ai 19 anni potranno farlo senza alcuna prenotazione e/o convocazione raggiungendo il centro vaccinale dell’ospedale di Via Marianna Spagnuolo, mentre per tutti gli altri permane la necessaria iscrizione in piattaforma”.