“Nessun focolaio da variante indiana è presente attualmente a Torre Annunziata. Sento di poter rassicurare i cittadini. Anzi, i nostri indicatori testimoniano un costante miglioramento della situazione. Dobbiamo solo continuare così”.

Il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione smentisce l’ipotesi relativa a un presunto focolaio dopo l’accertamento del primo caso covid da variante indiana sul territorio cittadino. Si tratta di una donna di 53 anni, attualmente in isolamento.

I numeri di ieri in città riferiscono di un solo positivo su 120 tamponi analizzati, due giorni fa altro caso su 82 tamponi processati: “Ora è il momento di continuare la campagna di vaccinazione senza intoppi – ha continuato il primo cittadino - e di ripartire con tutte le attività possibili nel rispetto delle norme sanitarie.

Il vaccino è efficace anche nei confronti del virus arrivato modificato dall'India, che però è considerato più contagioso e aggressivo. Proprio per questo, l'Asl Napoli 3 Sud nel frattempo sta continuando il lavoro per ricostruire la rete dei contatti della donna risultata positiva alla variante: l’obiettivo è escludere ogni ipotesi di focolaio e mettere in quarantena altri soggetti entrati a stretto contatto con la donna negli ultimi giorni.

il caso

Il fatto