Salgono a tre i cittadini di Torre Annunziata positivi alla variante indiana del coronavirus. Si tratta dei primi casi positivi in Campania del temuto ceppo virale, molto più contagioso e aggressivo della variante inglese.

Come anticipato anche da “IlMattino”, si tratta di un segretario scolastico e due docenti, tutti già vaccinati con la prima dose di AstraZeneca. Hanno sviluppato la malattia in forma paucisintomatica (ossia con lievi segni di malattia). Il paziente zero e il paziente uno sono già negativizzati, mentre il terzo è attualmente in isolamento domiciliare. La presenza dei nuovi casi fa salire la paura che possa nascere un nuovo focolaio, a differenza di quanto dichiarato dal sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione. Il primo cittadino questa mattina aveva rassicurato i cittadini, evidenziando i dati in costante miglioramento.

La Asl Napoli 3 ha eseguito un certosino tracciamento dei contatti stretti delle tre persone (accomunate solo dal lavorare nella stessa scuola) ma non si è riusciti ancora a individuare la fonte primaria del contagio. Conforta il fatto che la vaccinazione abbia sortito l'effetto richiesto anche con la singola dose di farmaco elevando uno scudo a difesa dei tre pazienti ed evitando che sviluppassero una forma di malattia severa.

La Asl Napoli 3 sud ha finora vaccinato la più ampia platea di docenti e personale scolastico delle Asl campane immunizzando con la prima dose circa 31 mila persone tra docenti e personale tecnico (mancano all'appello solo 178 residenti) ed è a circa il 30 per cento della somministrazione delle seconde dosi.

la variante indiana

Il fatto