Due giorni fa abbiamo pubblicato sul nostro giornale stralci della conversazione whats app tra alcuni proprietari degli appartamenti del palazzo di Rampa Nunziante. I virgolettati riportati sono quelli che ha letto in aula il maresciallo Marino nel corso della seconda udienza del processo. La nostra redazione è entrata in possesso dell’intera conversazione, avvenuta il 2 maggio 2017, sul gruppo whats app denominato “Palazzo Nunziante”. I componenti della chat erano Roberto Cuomo, Massimo Lafranco, Marco Chiocchetti, Giacomo Cuccurullo, Aniello Manzo.

Per completezza d’informazione la pubblichiamo integralmente. La frase detta da Roberto Cuomo, ad esempio “Marco con tutti gli abusi sta indebolendo il palazzo” rientra in un momento della conversazione in cui i diversi partecipanti, amici fra di loro, quasi si prendevano in giro. E, in ogni caso, Cuomo dice quella frase in una chat dove lo stesso Chiocchetti è presente.

Anche le parole di Lafranco “Chiamatemi solo se cade il palazzo” rientra in un momento della conversazione in cui si ragionava sulla necessità di fare alcune spese per lavori di ristrutturazione. E Lafranco, irritato dalle continue noie condominiali, risponde in quel modo, in una conversazione, giusto ricordarlo, che avviene più di due mesi prima del crollo del 7 luglio.

 

2 MAGGIO 2017 – dalle 13:50 alle 14:00

Marco Chiocchetti: "Salve a tutti. Penso ci voglia una riunione x decidere se fare dei lavori imminenti con preventivi alla mano"

Giacomo Cuccurullo: "Marco ha anticipato la richiesta. Ritengo giustissimo vederci per un problema di operatività lavoro e concretezza. Propongo domani sera ore 19.00 studio amministrazione. Anche con progettista Massimiliano"

Marco Chiocchetti: "Ok per me"

Giacomo Cuccurullo: "Ok"

La conversazione in chat si ferma qui. Alle 23:05 riprende l’avvocato Roberto Cuomo

2 MAGGIO 2017 – dalle 23:05 alle 23:31

Roberto Cuomo: “Penso che al momento possiamo, forse, procedere con l’ordinario! Cmq ben venga riunione”

Giacomo Cuccurullo: “No ci sono problemi che vanno affrontati adesso”

Roberto Cuomo: “Vi aspetto alle 19 Vi chiedo puntualità. Perché alle 20 devo andare via. Giacomo per me tutto va affrontato adesso.”

Giacomo Cuccurullo: “Come è difficile fare capire le cose buone a tutti non si riesce a far capire a tutti che questo è un momento di grande convenienza anche climatica e disponibilità di spazi ecc. A domani ore 19.00 Notte a tutti”

Roberto Cuomo: “Stamattina sono andato nel mio appartamento e dal pavimento vedevo casa di max, ogni volta che si apriva l’acqua il 70% andava nella casa giù. Gli operai stavano lavorando. Iorio deve andare via per giugno”

Marco Chiocchetti: “Io ci sto alla riunione e bisogna stringere un po’ la cintura se c’è bisogno ma sono cose che vanno fatte”

Giacomo Cuccurullo: “Questo è una delle cose da affrontare insieme ad altre da quando lavorano è aumentata la puzza di fogna è stomachevole in tutte le ore del giorno”

Roberto Cuomo: “Penso che bisogna essere chiari ed interessarci ai lavori seriamente! Senza fare voli pindarici e poi precipitare miserevolmente”

Giacomo Cuccurullo: “Sono d’accordo con Marco in tutto. Evitiamo i sogni pensiamo alla praticità del momento”

Roberto Cuomo: “Ci sono”

Marco Chiocchetti: “Ok Sentiamo gli altri”

Roberto Cuomo: “Ma non prendo più impegni con nessuno!”

Giacomo Cuccurullo: “Ok a domani con concretezza e non perdiamo tempo in chiacchiere inutili li actutyi”

Roberto Cuomo: “La settimana prox bisogna saldare il lavoro di consolidamento del solaio primo piano! Già effettuato con sconto e dilazione ottenuta dall’amministratore! Max: ok”

Giacomo Cuccurullo: “Ok già fatto”

Roberto Cuomo: “Giacomo: 50% - Marco: 50% - Mario: 50% - Roberto: 50%”

Giacomo Cuccurullo: “Anche anticipo architetto già fatto”

Roberto Cuomo: “Scusa Mario non c’entra. Nello deve 100%”

Giacomo Cuccurullo: “ok”

Roberto Cuomo: “Aspettiamo conferme di tutti altrimenti nessuna riunione! Io ho i miei impegni e tutti abbiamo le ns cose! Inoltre quali sarebbero gli ordini del giorno cari Giacomo e Marco??”

Giacomo Cuccurullo: “Sono disponibile anche adesso è domani in qualsiasi orario per risolvere il tutto. Rispondete”

Roberto Cuomo: “L’odg qual è?”

Giacomo Cuccurullo: “Aderite è urgente. Lavori imminenti e primo lotto. Ho avvisato anche Massimiliano”.

Marco Chiocchetti: “E’ tardi, ma domani sicuramente tutti aderiranno”.

Roberto Cuomo: “Perfetto”

Marco Chiocchetti: “Alla riunione”

Massimo Lafranco: “Io non ci sono, se volete giovedì”

Roberto Cuomo: “A domani allora. Delego Lafranco”.

Giacomo Cuccurullo: “Condivide tutto. Vediamoci domani vi prego nella interesse di tutti”

Roberto Cuomo: “Per giovedì”

Giacomo Cuccurullo: “Io ci sono sempre perché si quagli”

Roberto Cuomo: “Fra poco mi cita per infracitamento casa!”

Marco Chiocchetti: “Condivido”

Roberto Cuomo: (emoticon con sorriso)

Giacomo Cuccurullo: “Nello dove sei…”

Giacomo Cuccurullo: “Nello rispondi”

Massimo Lafranco: “Non so di cosa parlate ma quagliamo”

Marco Chiocchetti: “Se ci sei batti un colpo”

Giacomo Cuccurullo: “Ottimo da buon politico”

Roberto Cuomo: “Il cesso di casa mia scarica nella tua casa. Praticamente ti piscio in testa. (emoticon spaventato)

Massimo Lafranco: “Non chiedetemi più un euro perché non provvederò”

Giacomo Cuccurullo: “Che schifo”

Roberto Cuomo: “Oggi stavano risolvendo…”

Massimo Lafranco: “Chiamatemi solo se cade il palazzo. Sono assicurato”

Giacomo Cuccurullo: “Massi fatti benedire sei uno scoglio il tutto è nel tuo interesse e in quello di tutti”

Roberto Cuomo: “Assicurato in caso di vita o di morte??”

Massimo Lafranco: “Tutta colpa di Marco”

Giacomo Cuccurullo: “Siete adulti e maturi c’è tempo per giocare. Ma nello dove sta”

Roberto Cuomo: “Perché ti faccio chiamare da giacomino quando sta per cadere”

Massimo Lafranco: (emoticon pollice all'insù)

Giacomo Cuccurullo: (smile triste) “Quagliamo”

Roberto Cuomo: “Chiocchetti con tutti gli abusi che sta facendo sta indebolendo il palazzo”

Giacomo Cuccurullo: “No”

Roberto Cuomo: (emoticon di una colomba che vola con un ramoscello d’ulivo)

Giacomo Cuccurullo: “Lo ha migliorato”

Roberto Cuomo: “Se se”

Giacomo Cuccurullo: “Notte a tutti a domani ore 19”

Roberto Cuomo: “Domani c vrimm io tu e Marco. Facimm purpett!!!”

Giacomo Cuccurullo: “Va bene lo stesdo”

Roberto Cuomo: “Figurati. E’ un piacere. Vedervi”

Marco Chiocchetti: “La colpa è solo mia”

Giacomo Cuccurullo: “Grazie a te forse si sveglia la bambina”

Marco Chiocchetti: “Xke voglio farvi fare una mossa a rendere come merita”

Giacomo Cuccurullo: “Ottimo”

Marco Chiocchetti: “Massimo ratt na moss nu fa u pagliaccion”

Giacomo Cuccurullo: “Ottimo. Massi fatti benedire sei uno scoglio. Il tutto è nel tuo interesse”

La conversazione in chat si ferma qui. Alle 02:41 del 3 maggio interviene per la prima volta a notte fonda nella discussione Aniello Manzo

Aniello Manzo:

h 02:41“Giacomo sono qui. Scusate ma mi ero addomentato, allora ci vediamo stasera alle 19, ok."

h 03:42 "A proposito, ma Massimiliano Bonzani ha finito il computo? Poi l’intervento di consolidamento per quello che è stato ordinato non è ancora completato (mi sembra) se ho visto e capito bene. Nell’intradosso state montate solo le putrelle, devono ancora ricostruire i travetti, mettere la rete elettrosaldata e collegarla con quella all’estradosso che stavano per iniziare ieri."

h  07:24 "Giacomo eri preoccupato stavo dormendo, alle 11. Sono qui."

 

i presunti rapporti tra bonzani e velotto

Il mistero sull'atto di vendita

la confusione del maresciallo Marino

la sparizione di un martello pneumatico

Il controesame di Russo

La chat del 2 maggio 2017