C’è ancora tanto sgomento a Torre Annunziata, dopo l’improvvisa scomparsa di Alessandra Maronelli. Ieri la 32enne aveva appena dato alla luce la sua terza figlia, Cristel, per poi morire, probabilmente a causa di un’embolia polmonare, alla Clinica Maria Rosaria.

IL CASO D’AMBROSIO. La sua tragedia assomiglia molto a quella di Maria D’Ambrosio, deceduta il 13 novembre 2014 all’ospedale di Boscotrecase, mentre stava per partorire sua figlia Francesca, morta purtroppo anche lei.

Fu poi aperta un’inchiesta nella quale sette persone, tra medici e infermieri, vennero scritte nel registro degli indagati. Successivamente, il 27 febbraio 2017, il Gup del Tribunale di Torre Annunziata ha deciso di procedere per l’archiviazione del caso.

IL CASO TOMMASINA DE LAURENTIIS. Un altro caso balzato agli onori delle cronache è stato quello di Tommasina De Laurentiis, 25enne di Torre Annunziata, deceduta l’8 marzo 2013 durante un’operazione di colecisti sempre a Boscotrecase.

Al momento il processo è in corso e sono imputati 3 medici, per reati a vario titolo.

Dietro di lei altre sono state le morti improvvise, che hanno scosso la comunità di Torre Annunziata. A partire da Eleonora Sacco, che all’età di 26 anni è deceduta il 5 luglio del 2013 all’ospedale Sant’Anna, dopo che da tre giorni era ricoverata a causa di alcuni problemi di natura cardiaca.

Per finire, l’anno scorso sono morti nel giro di 44 giorni il giovane Pietro Orofino, 28enne che il 5 gennaio si era presentato al pronto soccorso per un malore e morto poche ore più tardi, e Anna Verso, 52enne scomparsa il 18 febbraio, per probabili complicazioni di natura cardiovascolare.

L'ultimo saluto

l'esame

il nome della bambina

l'autopsia

La tragedia social

la tragedia

la morte