Marco Guida è appena partito per Tokyo. Stamattina l'arbitro di Torre Annunziata ha preso l'aereo da Capodichino che lo porterà nella capitale del Giappone per la partecipazione alle prossime Olimpiadi.

Il fischietto oplontino sarà addetto al Var, ed è l'unico rappresentante dell'Italia. Queste le sue parole, rilasciate al Tg Regione,  prima di prendere il volo. “La soddisfazione è personale, ma da dividere con la mia associazione e la mia sezione. Onestamente io faccio dell’umilità e del sapersi migliorare uno stile di vita. In tutto si può sempre migliorare. Il mio sogno è quello di poter dirigere una manifestazione importante, ma sono abituato a guardare passo dopo passo. Sempre con i piedi per terra. Le Olimpiadi sono uno step importante, poi mi butterò sul campionato e le competizioni Uefa. Fare l’arbitro migliora come persona e rende più maturi e fa stare meglio all’interno della società”.