“Individuare un’area per la realizzazione di un centro sportivo polifunzionale e intervenire per far sì a Gragnano si torni a respirare sport, per consentire a tutti di farlo e in sicurezza”. Nello D’Auria sa con certezza che la città per la quale si candida a sindaco non può fare a meno dello sport. Ecco perché ha dedicato una parte specifica al suo programma elettorale.

“Nella nostra città – ha spiegato - è doveroso riqualificare le strutture esistenti e attuare un programma di potenziamento dell’offerta sportiva per consentire a tutti di fare sport e farlo in sicurezza. Un lavoro che va fatto non da soli, ma insieme a chi opera sul territorio nell’associazionismo sportivo. Gragnano ha avuto tante società sportive che hanno meritato un ruolo da protagonisti: per questo motivo ritengo fondamentale l’istituzione di una Consulta cittadina, un luogo dove costruire un confronto costante con le associazioni sportive”.

A Gragnano non occorrono solo luoghi di confronto, ma anche luoghi dove fare sport. “Vanno potenziati i luoghi che già abbiamo, come il pallone geodetico, ad esempio, che necessita di un adeguato potenziamento e messa a norma”.

E soprattutto vanno pensati anche luoghi di sport che ora a Gragnano non esistono: “In questa direzione va l’idea di un centro sportivo polifunzionale, un luogo in cui poter fare discipline come il nuoto, il padel, il pattinaggio e la danza ritmica, solo per citarne alcune”.

Non solo attività sportive, ma anche tanti eventi, per far vivere lo sport in città. In questa ottica Nello D’Auria intende valorizzare anche la Valle dei Mulini attraverso eventi sportivi da fare nella natura e, infine, la realizzazione di un evento sportivo da fare insieme alle scuole: una sorta di vera e propria Olimpiade urbana, con una sezione paralimpica. Immagino Gragnano – ha concluso D’Auria – come una grande palestra all’aperto, con playground di quartiere liberi e accessibili”.