Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ribadisce che il "dato preoccupante è la fascia giovanile, abbiamo ad oggi 2 casi gravi di giovani tra 11 e 12 anni". "Solo in Asl Napoli 2 nord per le scuole abbiamo 30 focolai, per un numero complessivo di ragazzi positivi, parliamo di primaria e media, di 129 unità - dice in diretta Fb - Abbiamo 67 classi in isolamento e il numero di alunni in isolamento che sono entrati in contatto di quasi mille alunni".

Poi ha aggiunge "C'è un altro dato che deve preoccuparci ed è relativo agli ultra 80enni, il 38% in Italia e il 34% in Campania non ha fatto la terza dose. Rivolgo un appello affettuoso affinché vadano a fare la terza dose". Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Fb. "Nelle residenze assistenziali il lavoro è già stato fatto - aggiunge - ma per chi vive in maniera autonoma serve un'accelerazione".

Obbligatoria la terza dose per il personale sanitario. “Lo sarà formalmente tra qualche ora ma lo è già di fatto. Ormai gran parte ha superato i sei mesi dalla prima somministrazione - ha aggiunto - tra l'ultima settimana di novembre e le prime due di dicembre dobbiamo essere bravi a completare la terza o seconda dose, dobbiamo arrivare all''immunizzazione".

Infine l’attacco. "Non credo che dobbiamo perdere più tempo con i no vax, quando si parla due alfabeti diversi, come in questo caso, si perde tempo. E' come se noi parlassimo l'italiano e loro l'afgano. Ai no vax dobbiamo solo dire: la stupidità non è un argomento. Il nostro obbiettivo oggi è di tutela della salute dei nostri concittadini e anche di non far chiudere la nostra regione e l'Italia".


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"