Un imponente piano di investimenti di risorse regionali per sostenere l'economia. Vincenzo De Luca annuncia che la Regione Campania metterà in essere un piano economico del valore di 500 milioni di euro.

Il piano sarà illustrato nel dettaglio sabato 4 aprile, ma da quanto affermato dallo stesso De Luca “gli interventi riguarderanno le politiche sociali, le fasce più deboli, le aree dove ci sono immigrati e le donne. Non mancheranno interventi a sostegno del turismo, ma anche di aziende, artigiani, commercianti e aziende agricole che in queste settimane hanno subito gravi perdite”.

Politiche sociali, aiuto alle fasce deboli, interventi di aiuto nelle aree in cui insistono immigrati, interventi a tutela delle donne, ma anche sostegno a turismo, commercio, artigianato e la pesca, fino al sostegno ai fitti, e alle misure sul credito agevolato alle imprese. "Una manovra imponente, rispetto alla quale eviteremo sovrapposizioni rispetto alle altre istruzioni - spiega De Luca. Inoltre lavoreremo per una semplificazione burocratica. Mettiamo sulla carta interventi interessanti, ma il passaggio dai documenti alla realtà deve avvenire in tempi rapidi e diretti".

I DATI SULL’EPIDEMIA. I numeri rallentano al Nord ma crescono al Sud. In Campania, in particolare, è stata registrata un’età più bassa di contagi rispetto alla media, dato in parte dovuto ai rientri dal Nord di due settimane fa. Il governatore De Luca lancia una stoccata sul parziale trasferimento di forniture ai territori: “Se non ci fosse stato l’impegno delle regioni – ha detto il governatore – oggi l’Italia sarebbe sprofondata. Lo stato aveva un impegno, garantire il flusso permanente, adeguato e programmato nel trasferimento di dispositivi di protezione: invece tutte le forniture della Consip sono saltati e ancora oggi noi dobbiamo fare la guerra per avere un carico di mascherine, di ventilatori e di altre attrezzature adatte per la terapia subintensiva. L’esperienza di queste settimane ci impone di fare conti con la realtà, di non consentirci lussi avuti nel passato. Un dato positivo da queste settimane c’è: cambierà gerarchia dei valori in ognuno di noi”.

I NUMERI IN CAMPANIA. Sono 221 i positivi attualmente per un totale di 2677 persone contagiate. Raddoppiata la quantità di tamponi effettuati, ora sono quasi 20mila, soltanto nella giornata di ieri sono stati 1833 i tamponi praticati. “Su questi numeri abbiamo riscontrato che non sono cresciuti i dati su ricoveri in terapia intensiva. E’ molto probabile che il virus in questi 40 giorni ha perso una parte della sua aggressività. Sarà questo uno degli elementi positivi di cui tener conto. In linea generale i numeri rientrano nella media prevista dagli algoritmi degli esperti. Stiamo governando sulla base di numeri che già si conoscevano una settimana fa”.

l'analisi

Il chiarimento