"In Ucraina la Russia è colpevole, invadendo un Paese indipendente con un'azione militare pesante e orrori di guerra. Il colpevole c'è ma non ci sono innocenti. Non innocenti chi ha assistito per otto anni alla guerra civile in Ucraina senza muoversi, che in ultimi due anni ha inondato l'Ucraina di un fiume di armi avanzate, chi fino a 4-5 mesi fa mai ha parlato di neutralità dell'Ucraina".

Lo ha detto nella diretta FB il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, aggiungendo che "non è innocente chi come il segretario della Nato, in maniera irresponsabile, dice che un Paese neutrale come la Finlandia vuole entrare nella Nato. Siamo all'ottusità o all'irresponsabilità politica". "Siamo arrivati all'ipotesi dell'ingresso dell'Ucraina nella Nato, ma si doveva lasciare l'Ucraina come l'Austria e la Finlandia che vivono bene in democrazia. In questo periodo, inoltre, non si parla di milioni di cittadini ucraini che vivono un calvario, ma di armi parliamo. Penso al ministro degli esteri ucraino che ha chiesto tre cose: armi, armi, armi. Io avrei chiesto armi, solidarietà e aiuto per il popolo e l'azione diplomatica efficace verso il cessate il fuoco. Oggi invece i margini del cessare il fuoco sono molto stretti. E' complicato fermare la Russia dopo l'invasione, serviva una politica per fermarla prima. Oggi rischiamo una guerra lunghissima con l'esercito russo impantanato da 40 giorni, l'esercito ucraino con armi sofisticate e in due anni armato e addestrato da Usa e Gran Bretagna". De Luca aggiunge: "Auspicherei una maggiore prudenza nel linguaggio del nostro Governo. Siamo schierati con la Ue e la Nato ma siamo diventati il Paese che grida di più, pur essendo più dipendenti dal punto di vista energetico.

Servirebbe lo stesso atteggiamento di francesi, tedeschi spagnoli, Paesi che non hanno il tono oltranzista come l'Italia. Se manca il gas e si blocca la produzione del Paese avremmo un problema del lavoro, quindi non scemiamo su aumento armamenti, o addirittura sul blocco delle forniture di gas, perché sarebbe un suicidio per noi. Siamo su crinale pericoloso per noi italiani. Ripeto che la Russia è colpevole, certo ma non ci sono innocenti, io non ne vedo"


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"