"Decine e decine di ordinanze, diverse illogiche e prive di buon senso, talune in violazione di legge e di Costituzione, alcune agevolatrici del contagio, non poche inutilmente vessatorie verso i cittadini. Non si può più continuare così, consentire di affidare il destino delle nostre vite a chi pensa di usare le persone come se avesse un joystick della playstation, come un mangiafuoco che si esprime, non di rado, con volgarità e sprezzo delle persone, da ultimo anche con sessismo". Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris critica su Facebook il governatore campano Vincenzo De Luca.

E aggiunge: "Il nostro popolo merita rispetto perché sta soffrendo, sta 'buttando il sangue', teme per il proprio futuro dal punto di vista sanitario, sociale ed economico, ha rinunciato provvisoriamente a decine di diritti costituzionali per tutelare la salute di tutti, e non certo perché minacciato da un lanciafiamme, ma per cultura individuale, popolare e per senso di responsabilità".