“La data scelta in tutta Italia per rilanciare la lotta per una scuola più giusta e democratica coincide per noi con un'altra data simbolo: quella della scomparsa di Giancarlo Siani. La scuola statale, nei nostri quartieri e nelle nostre periferie, è l'avamposto ideale per rilanciare la legalità e difenderla”. Così la vicepresidente di Illumin’Italia, Patrizia Perrone, che domani sarà a Villa Fernandez a Portici per parlare del futuro della scuola dopo l’approvazione della legge 107.

“È significativo – continua Perrone – ritrovarci in un luogo simbolo, una villa sottratta alla camorra e restituita ai cittadini, a parlare di scuola. La legge, purtroppo, penalizza il sud più del resto d'Italia, e crea scuole di serie A, serie B, e serie C. Noi pensiamo a una scuola più inclusiva, più democratica, e per questo intendiamo rilanciare la Lip, legge di iniziativa popolare, scritta da chi la scuola la fa tutti i giorni e ne conosce le peculiarità”.

L’appuntamento è per mercoledì 23 settembre alle 18. L’incontro è inserito nelle iniziative proposte per la ‘Notte bianca della Scuola’. “La prossima assemblea dei Comitati Lip sarà proprio a Napoli, il 12 e 13 dicembre, e sarà l'occasione per dimostrare che non siamo il fronte del no ma sappiamo essere propositivi. Intendiamo continuare la nostra battaglia – conclude Perrone – a favore della Scuola Statale, che come dice il nostro slogan, è un patrimonio nazionale da difendere”.