Gragnano. Condannati a 5 mesi di reclusione per "turbatio sacrorum", ovvero disturbo delle funzioni religiose. Questo il verdetto emesso dalla sesta sezione della Corte d'Appello di Napoli, che ha confermato la pena inflitta in primo grado dal Tribunale a Ignazio Verde (57 anni), Iolanda Peccerillo (52), Rosa Iovine (69) e Mario Longobardi (76).

Gli imputati (uno dei quali poi deceduto) furono querelati nel 2008 da 40 fedeli della chiesa del Parco Imperiale. Anche il pastore Sergio Paolo Chiribiri, stufo di "preghiere ad alta voce" e continui disturbi in chiesa, si rivolse all'avvocato Antonino Di Somma.

Secondo numerosi testimoni i cinque, quattro dei quali condannati ieri in appello, disturbavano la messa con frasi irrispettose: "Dio non è con te", rivolto con minacce agli altri fedeli, era per loro una specie di "passatempo". Dopo gli episodi, cacciati dalla comunità, l'avvio del processo con la seconda condanna in cinque anni ai "dissidenti" per "turbatio sacrorum".