Scoperte e distrutte 3870 piante di cannabis distribuite sulle colline dei monti Lattari.

I carabinieri delle stazioni locali, insieme alla Forestale di Castellammare di Stabia e il supporto del 7° elinucleo di Pontecagnano, hanno eseguito una serie di controlli sul territorio finalizzato a individuare e distruggere coltivazioni di cannabis indica sparso tra Gragnano e Casola di Napoli.

In località “monte Megano”, su via Piana del Grano, sono state scoperte 1.020 piante che avevano un’altezza media di circa 80 centimetri; in via Piana, sempre a Gragnano, c’erano altre 930 piante che avevano raggiunto quasi i due metri di altezza. A Casola di Napoli invece, in località “Selva”, su via del Balzo, sono state scoperte 1.920 piante da oltre 3 metri e 30 centimetri.

In tutti i casi si tratta di varie coltivazioni in fondi demaniali. Le piante, tutte in avanzato stato di crescita, sono state estirpate e distrutte sul posto dopo la prevista campionatura.