“Ci sarà anche il Comitato di liberazione dalla camorra Area Nord di Napoli domani alle 19 e 30 presso la parrocchia San Paolo Apostolo al Parco Verde di Caivano in occasione della messa celebrata da don Maurizio Patriciello per ricordare tutte le vittime innocenti della camorra. Una riflessione che non a caso parte proprio da Caivano, comune epicentro di quell'Area Nord di Napoli dove negli ultimi tempi si registrano gravi episodi criminali come omicidi, tentate stragi, agguati, stese ed esplosioni di ordigni.

Una guerra che insanguina e rende i territori della Città metropolitana di Napoli ostaggio della violenza e dell'atrocità dei clan. La presenza dei parenti delle vittime innocenti come Filomena Natale, Marianna e Luigi Ferrillo, Salvatore e Maria Di Bona, Rosa Capasso, Alessio De Cicco, Vincenzo fratello di Federico Del Prete, Luigi fratello di Gennaro De Angelis, Giuseppe fratello di Pasquale Miele, i genitori di Lino Romano, Carmela Sermino vedova di Giuseppe Veropalumbo e tanti altri, sono testimonianza dolorosa di quanto sia sbagliata e ingiusta l'affermazione: “si ammazzassero tra loro”. Occorre contrastare e combattere la cultura e l'ideologia criminale, o si è contro la camorra o si è complici. La lotta alle camorre riguarda tutti e deve coinvolgere tutti: istituzioni e società civile. Quindi riteniamo positiva la presenza in chiesa di molti sindaci : Caivano, Afragola, Frattamaggiore, Frattaminore, Crispano, Cardito, Arzano. Parlare agli indifferenti, scuotere le coscienze, stimolare le istituzioni e la politica, fornire risposte ai bisogni, cambiare davvero le cose, costruire una speranza vera di futuro sono le motivazioni che ci hanno indotto a dar vita al Comitato di liberazione dalla camorra Area Nord di Napoli, aggregare associazioni, parrocchie, enti, sindacati, rappresentanti istituzionali, cittadini per agire insieme perchè solo insieme si può vincere, si deve vincere”


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"