Un 5 agosto speciale a Torre Annunziata. Un giorno speciale per i fedeli della Madonna della Neve, nel giorno della rievocazione. Come detto solo una messa celebrata in basilica per ricordare il ritrovamento avvenuto il 5 agosto 1352.

Tra i pescatori presente l'immancabile Ciro Setaro, mentre per l’Amministrazione Comunale è intervenuto l’assessore Gecchi Langella, con il sindaco Vincenzo Ascione che era già passato per una preghiera in prima mattinata.

Monsignor Raffaele Russo ha tenuto un’omelia abbastanza particolare. “La Madonna della Neve vuole bene a questo popolo e alla città. Una città bella, ma anche tanto complessa e particolare. Lo scorso 5 aprile con il sindaco abbiamo invocato la Vergine Bruna per il mondo intero, ma in particolar modo per Torre Annunziata. La pandemia ha cambiato la storia dell’umanità, ma il Covid vuole dare una risposta e una domanda. Quella che vogliamo dare stasera è invocare nuovamente Maria, affinché la nostra città faccia dei passi in avanti. Facciamolo per le famiglie, per i lavori e per i tanti disoccupati. Questo popoli merita di essere ascoltato, sostenuto e benedetto”.

Poi ha concluso dicendo. "Non abbiamo celebrato , d’accordo con amministrazione e forze dell’ordine al porto perché è demaniale e accoglie tanti lavoratori bastava un solo contagiato e il porto sarebbe stato chiuso Non abbiamo potuto fare la traversata nel mare il Signore e la Madonna ci vogliono dare un segno per quest’anno così particolare".

La sicurezza