Ritrovato un cadavere di una donna, N.D.F. di 80 anni, sulla battigia del Lido Azzurro di Torre Annunziata.

Sono tuttora in corso i primi rilievi per cercare di ricostruire la dinamica dell’accaduto e risalire alle cause del decesso della donna, ritrovata seminuda in riva al mare. Secondo la testimonianza raccolta dal genero dell’anziana, giunto sul posto, la donna soffriva di depressione da diversi mesi, a causa della morte del marito.

Non era la prima volta che della signora non si avevano notizie: spesso accadeva, infatti, che la donna uscisse di casa da sola e senza avvertire i parenti. A trovarla, quasi sempre, era proprio il marito della figlia. Ed è proprio il genero che, non avendo più notizie della donna dal giorno di Carnevale, dal 13 febbraio scorso, ha iniziato a cercarla finché non ha trovato la Polizia che iniziava a delimitare una porzione di spiaggia del Lido Azzurro ed iniziare le indagini.

Non è esclusa l’ipotesi del suicidio, anche se molto probabilmente secondo gli inquirenti, la donna si è tuffata da una zona diversa dal luogo del ritrovamento, per poi perdere conoscenza a causa dell’acqua gelida. Solo l'autopsia chiarirà i motivi del decesso.