Duplice omicidio in autostrada, “il dj agì con dolo eventuale”. Il pm della Procura di Napoli ha chiesto in abbreviato la condanna di Nello Mormile a 20 anni di carcere. Il 25 luglio scorso il giovane, alla guida ubriaco e contromano lungo la tangenziale di Napoli, provocò la morte della sua fidanzata, Livia Barbato, 22, e del conducente della Renault Clio contro cui andò a sbattere, l’imprenditore Aniello Miranda, 48 di Santa Maria La Bruna.

La richiesta di condanna è giunta al termine di una lunga requisitoria in tribunale – arricchita dalla visione in aula del filmato del tragico incidente - . Il pm ha infine chiesto un ulteriore anno per Mormile, per la sola guida in stato d'ebrezza.