Non si è fermato all’alt dei carabinieri e ha tentato la fuga, arrestato e condannato all’obbligo di firma.

Si tratta di Luca Imperatore, un 32enne di Torre Annunziata già noto alle Forze dell’Ordine, arrestato lo scorso weekend per resistenza a pubblico ufficiale dalla sezione radiomobile di Torre del Greco.

IL FATTO. I militari dell’arma erano in via Nuova Trecase per un posto di blocco, quando l’uomo è arrivato a tutta velocità con la sua auto. I carabinieri hanno alzato la paletta, ma Imperatore non si è fermato. Così è iniziato un inseguimento durato all’incirca un km. I militari sono riusciti a raggiungerlo e gli hanno tagliato la strada. Braccato, Imperatore si è arreso ed è stato fermato in via Fossa della Monaca. Al 32enne è stata ritirata la patente.

Imperatore, difeso dall’avvocato Giuseppe De Luca, è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima. Il giudice Crasta ha accolto la richiesta del pm Emilio Prisco: verrà sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Rito abbreviato fissato per il prossimo 27 febbraio.

(foto: repertorio)

L'inseguimento