Setacciati i rioni ad alta densità criminale. Per allentare la tensione sull’emergenza criminalità a Torre Annunziata, è intervenuta anche la Guardia di Finanza. I baschi verdi, coordinati dal colonnello Gennaro Pino, comandante del gruppo di Torre Annunziata, nel quadro del monitoraggio dello stato della sicurezza nell’area urbana e metropolitana, ha pianificato negli ultimi giorni, su disposizione del Prefetto di Napoli Marco Valentini, sentito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, diverse operazioni ad “Alto Impatto” nei rioni a maggiore densità criminale della città.

I controlli hanno riguardato in particolare il quartiere Penniniello, la zona centrale, Piazza Sant’Alfonso, Piazza Imbriani, l’area portuale, via Terragneta (zona ex Deriver), la zona sud e il rione Poverelli.

Sequestrate diverse decine di grammi tra cocaina, hashish e marijuana. Nel corso delle attività di perlustrazione, è stata anche sequestrata un’arma giocattolo alla quale era stata tolto il tappo rosso di sicurezza, occultata sotto la ruota di scorta in una carcassa di autovettura abbandonata.

Eseguiti nell’ultima settimana 860 controlli a mezzi e persone: 31 le situazioni illecite rilevate, tra denunce all’Autorità Giudiziaria e segnalazioni alla Prefettura, per armi, droga e violazioni al Codice della Strada.

vai al video

la denuncia