Armi e droga nella roccaforte dei Tittoni, altro colpo dei carabinieri per ristabilire la sicurezza a Torre Annunziata.

Costanti e senza sosta i controlli per arginare il clima di crescente violenza che si respira in città. Massima attenzione, questa volta, al complesso edilizio denominato “palazzo dei Tittoni”, lungo Corso Vittorio Emanuele III, recentemente già teatro di stese e di schermaglie di camorra.

Ritrovati e sequestrati – in più nascondigli creati in aree comuni - 1 pistola “Smith&Wesson” calibro 9 con matricola abrasa completa di caricatore con all’interno 11 proiettili cal. 9 luger “a espansione”, altri 16 proiettili dello stesso calibro, 10 pallottole calibro 380 e 1 proiettile calibro 7,62.

Ma c’è dell’altro. Sequestrati 67 grammi di cocaina, 68 grammi di marijuana e 33 grammi di crack. Le specialità di droghe erano tutte già suddivise in dosi e pronte alla vendita. Ritrovta anche una pianta di marijuana in coltivazione e 2 bilancini di precisione con diverso materiale per il confezionamento della droga.

Denunciati per furto di corrente elettrica 3 condomini e rimossi barriere e cancelli collocati abusivamente che permettevano un accesso esclusivo ai pianerottoli dei piani superiori dello stabile.

I Carabinieri – durante il servizio – hanno identificato 88 persone e controllato 41 mezzi.