“Profondamente soddisfatta per l’approvazione della legge che tutela le donne affette da endometriosi. Il proficuo lavoro svolto dalla Commissione Sanità ha visto il contributo di esperti e specialisti della patologia e, sottolineo, di associazioni che aiutano le donne in questo difficile percorso. La legge ha tra gli obiettivi: la diffusione della  conoscenza e la promozione della prevenzione per una diagnosi precoce; l’istituzione di percorsi di accompagnamento per le donne che ne soffrono e la realizzazione di strumenti utili al monitoraggio e all’analisi del fenomeno in Regione. Conoscere l’endometriosi è il primo passo del percorso di cura”.

Così in una nota la consigliera del Partito Democratico Loredana Raia, relatrice della Pdl che oggi è stata approvata all'unanimità dal consiglio regionale.

Tre milioni ufficialmente le donne affette da endometriosi in Italia, ma molte non sono state ancora diagnosticate perché inconsapevoli; tra i 25 e i 35 anni si verifica il picco, ma la patologia può comparire anche in fasce d'età più basse; il 30-50% delle donne infertili o che hanno difficoltà a concepire ne sono affette. La patologia è inserita nei LEA nell’elenco delle patologie croniche e invalidanti, negli stadi clinici più avanzati. Come Regione Campania – sottolinea la consigliera -  abbiamo riconosciuto nella legge la rilevanza sociale della patologia  e dei suoi effetti in ambito sanitario, sociale, familiare e lavorativo al fine di agevolare il miglioramento delle cure. Abbiamo previsto l'istituzione dell'osservatorio regionale sul fenomeno e il Registro regionale per la raccolta e l’analisi dei dati clinici riferiti alla malattia. Inoltre – conclude Raia - saranno organizzati corsi di formazione e campagne di prevenzione e sensibilizzazione sul tema, istituendo anche la Giornata regionale per la lotta all'endometriosi, per la quale, e non solo, fondamentale sarà l'apporto delle associazioni di volontariato che si occupano della patologia sul territorio regionale. Infine si sostiene il lavoro svolto dai centri di eccellenza del Servizio Sanitario Regionale che prendono in carico le donne con endometriosi”.