A oltre un mese dalla tornata elettorale  ieri nel primo pomeriggio si è tenuta la proclamazione a Ercolano dei ventiquattro consiglieri comunali. Anche su questo fronte pare ci siano dei problemi, infatti la situazione sull’assegnazione di seggi sembra essere poco chiara.

A mandare tutti in confusione la nuova legge nella ripartizione dei seggi, impone di attribuire il 60% degli stessi alla maggioranza e il 40% all' opposizione. Con questi criteri alla maggioranza spettano 14,4 seggi lasciando i restanti 9,6 allo schieramento opposto. La legge consente l' arrotondamento dei decimali purché non venga superata la soglia massima del 60%, cosa che ad Ercolano non è accaduta.

Forzando la norma alla maggioranza sono stati attributi 15 e solo 9 all'opposizione scatenando le ire degli esponenti di Area Popolare che sono pronti a far ricorso a quanto accaduto, infatti secondo la teoria dei “resti” il seggio in più assegnato al Pd dovrebbe essere assegnato alla ex consigliera Mariagrazia Prillo, che ha ottenuto oltre 800 voti con lista area popolare.

Nella serata di ieri, in attesa che il sindaco convochi il primo consiglio comunale, il PD ha nominato il proprio capogruppo, affidando tale ruolo al consigliere di “lungo corso” Michele Maddaloni.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"