A pochi giorni dallo scandalo giudiziario che ha travolto Nicola Fiengo, fratello del vicesindaco di Ercolano finito ai domiciliari, martedì mattina, nell’ambito dell’inchiesta anti-usura. assieme a Ciro Di Buono, e Antonio Lucarella. Nel frattempo a seguito dell'episodio Luigi Fiengo ha dato le sue dimissioni da coordinatore politico di centro democratico.

Il fratello del numero due del primo cittadino Ciro Buonajuto è accusato di aver imposto a seguito di un prestito di 40 mila euro tassi usurai a un imprenditore Ercolanese titolare di un autosalone sito in via Trentola. Quello di Fiengo potrebbe essere un primo passo verso il suo addio dalla carica di vice sindaco.

C.C.

La richiesta negata

Scarcerazione rigettata

I tre arrestati