Centoventi piante sono state donate dalla Uil Campania, insieme alle associazioni Uniti, Adoc, Uniat, alla città di Ercolano, Comune del Parco Nazionale del Vesuvio, in ricordo di quanti hanno perso la vita sui luoghi di lavoro. I primi lecci, questa mattina, sono stati piantumati nel giardino dell'Istituto comprensivo 'Giulio Rodinò' e nell'area del Museo archeologico virtuale, alla presenza di alunni e istituzioni. L'iniziativa denominata 'Un albero per la vita' rientra nell'ambito della campagna di sensibilizzazione promossa dalla Uil nazionale 'Zero Morti sul Lavoro' ed è rivolta sopratutto alle giovani generazioni perché tengano desta l'attenzione al tema della sicurezza, oltre che alla tutela dell'ambiente.

''E' un gesto puramente simbolico quello di piantare alberi presso la scuola e al Mav e nel resto del Comune perché non si può fare mai abbastanza sulla sicurezza nei luoghi di lavoro'' ha detto Giovanni Sgambati, segretario generale della Uil Campania. ''E la giornata odierna, l'abbiamo dedicata soprattutto ai ragazzi''. Per Emanuele Ronzoni, segretario organizzativo della Uil nazionale: ''Attraverso questi piccoli momenti passa anche la nostra grande azione come organizzazione sindacale. Quando abbiamo deciso di intestarci la campagna 'Zero morti sul lavoro' è perché abbiamo pensato che questo fosse un obiettivo che tutti insieme dobbiamo cercare di raggiungere. Il messaggio passa anche attraverso iniziative che sensibilizzano i più piccoli ai quali bisogna far capire che la vita vale più del profitto''.

All'iniziativa il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto: ''Questa è una città che purtroppo ha pagato un prezzo molto alto in termini di vittime sul lavoro'' ha detto ''credo che la battaglia contro le morti bianche si vince nel sensibilizzare i bimbi che saranno i futuri operai e futuri datori di lavoro''. Il col. Angelo Marciano, comandante Reparto Carabinieri Parco Nazionale del Vesuvio ha aggiunto: ''Siamo uniti nel contrastare questa piaga enorme dei caduti sul lavoro nella giornata che ricorda la festa dell'albero: l'albero nella storia dell'umanità è stato antropologicamente uno dei simboli della vita. E oggi, nel ricordare le vittime sul lavoro insieme ai ragazzi, vogliamo simbolicamente ricordare la vita''.

Al termine degli interventi alla presenza di rappresentanti delle associazioni Uniti, Adoc e Uniat e ai volontari del servizio civile universale, il dirigente scolastico Velio Scarane ha presentato le terze classi che si prenderanno cura dei primi lecci piantumati. L'iniziativa della Uil proseguirà oggi pomeriggio e domani in piazza Mercato a Napoli.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"