Look “esagerati” e glamour alle stelle. Sbalordiscono, all’Eurovision song contest, i partecipanti alla gara canora più chiacchierata di questi giorni, tra piume, lustrini, pelle e volant. Ma fra tutti, brillano i “nostrani” Måneskin, vincitori indiscussi della competizione europea.

L’Eurofestival, cui hanno accesso i primi classificati delle rassegne canore dei singoli stati, si fa vetrina per i brand mondiali che si “sfidano” nel proporre look iconici. La kermesse difatti può vantare la fama di essere l’evento con il maggior successo televisivo dopo il super bowl!

Non si interrompe, così, la relazione tra la band vincitrice e l’eclettico e visionario stylist Nick Cerioni, il quale, affiancato dalla maison italiana Etro, ha ideato, per i quattro, degli outfit gender fluid, come sempre, strepitosi.

Tute “costruite” ad arte per essere un tutt’uno con il corpo, lasciano scoperti i pettorali, cinti da bretelle cucite su pantaloni a vita alta, simulando dei bustier; il tutto arricchito da piccole borchie e lacci color argento. La bassista Victoria mostra invece una profonda e sexy scollatura. La pelle cangiante delle mise non fa che esaltarne il carattere glam rock. Il tutto è completato un make up d’effetto. Una buona dose di black kajal sottolinea gli sguardi carichi di tensione prima e di gioia ed emozione poi.

Irriverenti ed autentici, i Måneskin conquistano il pubblico vincendo il contest anche grazie agli innumerevoli voti ricevuti. Trionfanti nella loro esibizione finale, conducono l’Italia sul tetto d’Europa grazie al loro talento e quell’immancabile  messaggio di libertà:<<Rock and roll never dies!>>