Riaprire l’ex carcere di Gragnano per farlo diventare un Expo permanente che possa fare da traino alle eccellenze del territorio dei Monti Lattari. E’ questa l’idea del consigliere regionale Alfonso Longobardi, componente del Gruppo “De Luca Presidente in Rete”, il quale si è recato in visita, con alcuni tecnici ed esperti, presso la struttura adiacente alla zona dei pastifici gragnanesi per valutare l’ipotesi di riapertura della struttura, cambiando destinazione d’uso e fruibilità.

All’incontro di verifica, presente anche il sindaco di Gragnano Paolo Cimmino il quale ha illustrato le intenzioni del comune di presentare un progetto che comprende non solo quella zona ma anche lo scalo ferroviario e la Valle dei Mulini.

Dopo decenni di abbandono e degrado, con questa serie di operazioni il comune di Gragnano, attualmente proprietario della struttura dopo un iter durato diversi anni, potrebbe riaprire l’area ai cittadini con nuovo uso e destinazione: ovvero, un contenitore delle aziende gragnanesi che esporranno i prodotti tipici del luogo facendo da punto di partenza per rendere la città di Gragnano porta d'ingresso dello sviluppo enogastronomico di tutta l'area dei Monti Lattari.

vai al video