Pensieri contrastanti tra i cittadini di Torre Annunziata, in questo giorno in cui si festeggia la Madonna della Neve.

Misurazione delle temperature delle persone in fila, ingressi contingentati con uscita differente dall’entrata, presidi delle forze dell’ordine per controllare che le tutte le norme anti covid fossero messe in atto: è così che i cittadini di Torre sono stati accolti questa mattina dinnanzi alla Basilica della Madonna della Neve.

“E’ sempre una grande emozione entrare in chiesa e vedere il quadro della Madonna – afferma una devota – ma la tristezza è tanta. La festa in suo onore ci manca, per noi torresi la tradizione è importante”.

Purtroppo la Festa non ci sarà, la prima volta dopo 141 anni di storia: “E’ stato brutto, la festa ci manca –commenta una cittadina – speriamo che la Madonna ascolti le nostre preghiere”. Ma c’è chi ha visto il bicchiere mezzo pieno in questo brutto periodo: “La vera festa è andare in Chiesa – dice una dolce anziana – l’importante è andare in Basilica ad onorarla, a pregare affinchè lei ci ascolti e ci dia sollievo”.

La polemica non è mancata, alcuni si aspettavano che il quadro della Madonna fosse portato in mostra almeno all’ingresso della Basilica : “Potevano almeno portare il quadro in giro per la città – dichiara una ragazza – avremmo potuto ammirarla dai balconi”. Ma c’è chi ci va giù pesante : “La Madonna esige rispetto!”

vai al video

Il riassunto della giornata

la messa delle 18

L'omelia

La diretta