C'era la banda musicale, c'era il buffet e c'erano ben 38 persone per una festa, in casa, organizzata per una prima comunione. E' quanto hanno scoperto i carabinieri a Licola, nel Napoletano.

Artefice di tutto un 32enne che, non potendo uscire in quanto sottoposto ai domiciliari, ha organizzato la festa per il figlio a casa, nonostante i divieti anti Covid. Ad allietare i 38 ospiti, 10 dei quali minorenni, un ricco buffet e l'entourage di un noto cantante neomelodico. I carabinieri della stazione di Licola e Monteruscello e quelli della sezione radiomobile di Pozzuoli sono intervenuti e hanno sanzionato i 28 adulti e segnalato il detenuto al tribunale di sorveglianza per richiedere l'aggravamento della misura applicata.