Non basta il cuore alla Fiamma Torrese. Le ragazze di coach Adelaide Salerno sfoggiano una prestazione super contro la corazzata Isernia, che però esce vittoriosa dal PalaSiani al tiebreak (2-3). Applausi a scena aperta comunque per le oplontine, che hanno decisamente entusiasmato il folto pubblico di Torre Annunziata per grinta e dedizione.

Nel primo set la Fiamma sembra ancora essere negli spogliatoi e così le molisane ne approfittano per chiudere sul 25-16. Le urla di coach Salerno nell’intervallo servono a scuotere le biancoblù, come al solito sospinte da Bellapianta, che ribaltano l’inerzia del match portandosi addirittura sul 2-1 (25-19, 25-21). Nel quarto periodo, però, Isernia riesce a trovare la forza di vincere (15-25), approfittando anche di un ovvio calo fisico delle padroni di casa. Si va così alla quinta e decisiva frazione. La Fiamma Torrese si porta anche avanti sul 9-5, ma non riesce a gestire il gap fino alla fine. Arriva così un punto per le oplontine, che seppur in maniera minima, smuovono la classifica.

Torna l’ottimismo comunque all’interno del sodalizio del presidente Giovanni Longobardi dopo la brutta batosta di Potenza. “Abbiamo disputato un grande incontro con una formazione costruita per vincere il campionato e che finora ha perso solo una partita – da dichiarato il ds Ottagono – Per come si è svolto l’incontro c’è un po’ di rammarico perché potevamo portarla a casa, ma comunque bisogna fare un grande plauso a tutte le giocatrici. Pecchiamo ancora un po’ di continuità, ma i playoff sono sempre alla nostra portata. Ora pensiamo subito a Salerno”.

Foto Nunzio Iovene Il Cigno @rt


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"