"Sicuramente della Croazia mi porto la serietà, fin da piccola sono sempre stata molto dedita al lavoro e concentrata. Dell'Italia, invece, mi porto dietro lo smorzare questo lato del mio carattere: ridere e far ridere, cercando di alleggerire la tensione durante gli allenamenti in cui dobbiamo mantenere sempre un atteggiamento serio”.

Marianna Vujko, la forte ed esperta centrale della Fiamma Torrese, si è concessa una intervista per parlare delle sue origini, virando poi su squadra e obiettivi per la nuova stagione.

“Consiglio alle giovani in squadra? Non mi sento di darli – ha raccontato – perché ho notato che sono tutte ragazze con tanta voglia di lavorare. Sono disponibili ad allenarsi ed a fare anche allenamenti e lavori in più. Negli ultimi anni non ho visto questo aspetto in tante giovani pallavoliste, convinte che tutto fosse dovuto. Quindi sono molto contenta di avere al mio fianco delle giovani che hanno voglia di lavorare e trascorrono tante ore in palestra”.

Riguardo le previsioni sul campionato: “Mi aspetto un torneo tosto. Ho visto le altre formazioni: siamo tutte lì, ci sono giocatrici di livello e c'è stato un ringiovanimento dei roster. C'è una formazione come Messina che ha fatto una squadra, sulla carta, per vincere il campionato. Poi si sa, ogni campionato fa storia a sé. Sarà un bel torneo, nel corso del quale non ci potremo distrarre né sbagliare o rilassarci. Dobbiamo lavorare e lavorare: siamo una squadra giovane e il campo ripagherà gli sforzi fatti in allenamento”.

Sulla campionessa d’Europa Chirichella: “Mi sono allenata con Cristina al Club Italia. Ci sono tanti aspetti da "invidiarle", a partire dal muro. Le faccio i complimenti per quanto fatto all'Europeo. E' una di quelle centrali che in Italia fa la differenza, tutte dovrebbero prendere esempio da lei sia per il carattere e la grinta che mette in campo che per la tecnica nei vari fondamentali che ha acquisito negli anni".