Il genio civile dichiara finita l’emergenza e ordina la riapertura della griglia del fiume Sarno.

È scontro fra il comune di Castellammare di Stabia e la Regione Campania per l’incidente verificatosi alla griglia di filtraggio dei rifiuti trasportati dal fiume. Messa in funzione nei giorni scorsi per arginare lo sversamento in mare di immondizia di ogni genere, è stata fuori uso per molte ore: un fatto documentato anche dal consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli, che si è recato sull’impianto per effettuare un sopralluogo insieme al commissario dei verdi di Castellammare, Marilena Schiano Lo Moriello, al consigliere comunale Giovanni Nastelli e ai rappresentanti dei comitati cittadini.

Duro l’attacco di Borrelli al Genio Civile che ha annullato l’ordine partito dal comune di Castellammare di Stabia di tenere in funzione la griglia: dichiarando chiusa l’emergenza ha ordinato di risollevarla.  “Siamo in attesa di avere i chiarimenti necessari dal Genio Civile per capire chi abbia autorizzato l’apertura della griglia causando la fuoriuscita della plastica causando un serio danno ambientale”. Queste le parole del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli.

Nel frattempo il deputato del Gruppo Misto Catello Vitiello allerta il prefetto: “Sto assistendo con particolare sgomento all’emergenza ambientale, sanitaria ed economica che coinvolge una popolazione di circa 800mila abitanti. Ho intenzione di allertare il Prefetto, prima ancora che il Ministro dell’Ambiente e quello della Salute, affinché diano risposte immediate e certe alle persone che stanno manifestando e chiedono un intervento per la bonifica dell’intera area. Il braccio di ferro sulla questione della ‘griglia’ che impedisce l’accesso di rifiuti al mare è pericoloso per la salute dei cittadini”.

l'opposizione incalza: le proteste di ciro alfieri e pierpaolo telese

il comitato gente del Sarno contro Cimmino: "Scellerato"

le accuse di cimmino

lo sfogo di avitabile

la rabbia di buondonno (golfo delle meraviglie)

le parole del sindaco ascione

la gara d'appalto