Denunciati 5 furbetti dell’ordinanza: ad ognuno di loro una multa da 400 euro.

E’ successo a Castellammare di Stabia. Le persone circolavano in città senza valida motivazione: per loro, oltre alla multa, la quarantena obbligatoria di due settimane. “Chi sbaglia paga, non faremo sconti – ha spiegato il sindaco Gaetano Cimmino -. Continueremo ad essere intransigenti contro chi non rispetta le regole, perché anche un singolo comportamento sbagliato può causare danni alla salute di migliaia di persone”.

Sono in tutto 504 le persone controllate soltanto nella mattina di sabato 28 marzo. Un numero troppo alto per il sindaco: “Tanti controlli equivalgono anche a tanta gente in giro – ha continuato -. Ci tengo a spiegare che non occorre attendere il sabato per fare la spesa, non bisogna accalcarsi fuori ai negozi nelle stesse ore. Bisogna restare a casa il più possibile e uscire soltanto se è strettamente necessario, per un tempo brevissimo. Dobbiamo remare uniti, tutti insieme, per vincere questa sfida”.

Nel frattempo, un nuovo caso di contagio da coronavirus è stato accertato da Asl e Protezione civile. Sono 15 i cittadini contagiati dal coronavirus a Castellammare di Stabia: 11 sono tuttora positivi, 3 sono deceduti, una è guarita. In isolamento domiciliare, infine, ci sono 139 persone, identificabili come casi sospetti oppure come persone venute a contatto con pazienti positivi o altrettanti casi sospetti in attesa dell’esito del tampone.