Si aggiravano nei pressi dei centri commerciali di tutta la Campania derubando persone del loro portafogli e prelevando denaro dalle loro carte di credito.

Arrestate 7 persone dalla Compagnia dei Carabinieri di Torre Annunziata, responsabili dei reati di furto aggravato ed utilizzo indebito di carte di credito. Sarebbero circa 70 i furti e prelievi fraudolenti eseguiti con destrezza e consumati in tutta la Campania.

Le indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Pompei - comandata dal maresciallo Tommaso Canino – hanno permesso di ricostruire il modus operandi dell'organizzazione, che si aggirava per la maggior parte dei furti registrati, proprio nella città mariana: le donne si avvicinavano alle vittime, per lo più signore, all’interno di centri commerciali. Le ladre frugavano nelle borse delle vittime e sottraevano portafogli - da loro chiamati in codice “Pisciò” - senza che nessuna delle malcapitate si accorgesse di quanto stesse accadendo. Una volta rubati i portafogli, cercavano al loro interno carte di credito e carte prepagate e di bigliettini sui quali potevano essere annotati i relativi codici pin per effettuare i prelievi di denaro. Gli uomini del gruppo avevano invece il compito di accompagnare con i veicoli precedentemente noleggiati le ladre nei vari posti dove perpetrare i furti e prelevare i soldi.

In manette 5 donne e 2 uomini: in carcere finiscono Elisabetta e Monica Bottone, di 27 e 38 anni; agli arresti domiciliari Anna Bottone, 58 anni, Grazia Petrillo, 37 anni, Costanzo Petrillo, 36 anni e Gerardo Grieco, 34 anni; obbligo di dimora per P.C., 27enne.