L'Italia è al quarto posto nei Paesi Ocse per aspettativa di vita alla nascita con 82,8 anni. Meglio di noi Svizzera (82,9), Spagna (83,2) e Giappone (83,4). Ma nel nostro Paese l'aspettativa di vita in buona salute all'età di 65 anni è tra le più basse. Sono i questi i dati principali che emergono dall'ultimo rapporto 'Health at a Glance' dell'Ocse, basato sui dati del 2013. In tutto il mondo occidentale, spiega il documento, rimane più alta la speranza di vita delle donne, anche se la forbice si sta richiudendo. I più longevi sono i maschi svizzeri, con 80,7 anni, seguiti dagli italiani con 80,3 e da giapponesi e spagnoli con 80,2. 

Tra le donne sono le giapponesi in testa, con 86,6 anni, seguite da spagnole e italiane. La media Ocse è 80,5 anni, con un guadagno di oltre 10 anni dal 1970 a oggi. L'aspettativa di vita a 65 anni è anch'essa tra le più alte ed è aumentata nel corso del tempo, ma l'aspettativa di vita in buona salute all'età di 65 anni in Italia è tra le più basse, con 7 anni senza disabilità per le donne e circa 8 anni per gli uomini. In Italia infatti appena il 30% degli over 65 riporta di essere in buona salute.