Si è svolto ieri a Trecase, presso la chiesa di Sant'Antonio, l'evento formativo dell'ordine dei giornalisti campano "Migranti: buone pratiche e prospettive di integrazione".

A moderare l'incontro il giornalista, fondatore della rivista Migrangels, Carmine Alboretti: "La materia degli immigrati rappresenta materia di scontro politico. Informare in maniera corretta concorre a creare la cultura del dialogo a tutti i livelli. I flussi migratori sono diventati, nel tempo, importanti anche dal punti di vista lavorativo senza studenti provenienti da altri paesi perderebbero la cattedra migliaia di docenti. Bisogna capire che i migranti - ha continuato Alboretti - non sono tutti criminali, l'immigrazione merita maggiore attenzione dalla stampa. Con Migrangels stiamo facendo un lavoro di integrazione”.

"La Chiesa di Sant'Antonio è stato creato da una tassazione ventennale dei cittadini", è quanto affermato da Don Federico Battaglia, che poi si è soffermato sul tema dell'incontro. “Quando sono iniziate le ondate migratorie la parrocchia si è subito attivata promuovendo la cultura dell'incontro e dell'integrazione. La musica può essere un mezzo per integrare ma anche insegnare, la lingua e abbattere le barriere culturali. Dobbiamo ricordarci che anche Gesù era un immigrato”.

A conclusione del seminario, al quale era presente anche il consigliere Salvatore Napodano e Teresa Morrone, rappresentante di Agape impresa sociale, è intervenuto Ottavio Lucarelli, presidente dell' ordine dei giornalisti campano: "È stata una discussione intensa ed importante, stamattina questo incontro ha arricchito tutti noi".

vai al video