La “cantera” biancoscudata è pronta. I calciatori in erba di Torre Annunziata potranno inseguire il sogno di diventare calciatori iscrivendosi alla Real Brunita.

Le nuove leve (2006-2013) prenderanno parte ai campionati FIGC, allenati da mister Francesco Iorio, Dino Gaglione, Amelio Caruso e dal preparatore dei portieri Eugenio Albino. Al Campo Vesuvio si svolgeranno sia gli allenamenti, ogni lunedì, mercoledì e venerdì dalle 18.00 alle 19.30.

Raffaella Basile, presidente della Real Brunita, è apparsa subito entusiasta all’alba di questo nuovo avvincente viaggio sportivo: “Sono contenta ed orgogliosa di questa opportunità, di questa partnership con il Savoia. Tale unione permetterà a Torre Annunziata di avere una scuola calcio con il nome della Società. Sono sicura che, insieme a staff e collaboratori, faremo grandi cose”.

I ragazzi, che indosseranno colori sociali ed abbigliamento tecnico del Savoia saranno monitorati quotidianamente dal direttore del settore giovanile del club oplontino, Fabio Visone. Il dg Rais, dal canto suo, si è detto pienamente soddisfatto della nuova partnership: “Sono contento di aver chiuso questa importante collaborazione con delle persone serie quali sono Raffaella Basile ed il suo staff. Oggi si concretizza il sogno di avere finalmente la nostra scuola calcio. Saremo all’interno della Real Brunita con un direttore tecnico e io, personalmente, seguirò lo sviluppo delle attività così come faccio quotidianamente con il Savoia. Ora sono curioso di conoscere i futuri campioncini che vestiranno i nostri colori e parteciperanno a tutte quelle iniziative che stiamo programmando con la Presidente. Non nego che mi piacerebbe, come succedeva una volta, che prima di una gara ufficiale lo stadio Giraud ospiti delle partitelle della scuola calcio così da far vivere ai piccoli la suggestione di giocare con un pubblico come il nostro. Quindi mi rivolgo ai bambini e ai genitori di Torre: affettatevi ad iscrivervi perché ci saranno tante novità e noi tutti non vediamo l’ora di iniziare a dare vita a questo progetto”.